Linee guida generali

Estimated reading: 7 minutes 162 views

Creazione processi

Per avviare la creazione di processi, è necessario accedere a OCC e selezionare il menù GESTIONE => Business Process. E’ possibile scegliere se modificare un processo esistente o crearne uno nuovo. 

Durante il processo di creazione, verrà presentata un’interfaccia in cui inserire informazioni generali riguardanti il processo e i dettagli del servizio telefonico a cui sarà associato.

Dopo aver confermato il form, verrà visualizzata l’interfaccia di progettazione del processo.

L’interfaccia è composta dai seguenti elementi:

  • Palette: posizionata sulla sinistra, contiene i blocchetti (o meglio, le tipologie di blocchetto disponibili) e le funzionalità dell’editor
  • Area di progettazione: questa zona ospita i blocchetti e le frecce della mappa
  • Pannello di configurazione: compare durante la configurazione di un blocchetto ed è essenzialmente un form di impostazioni
  • Tasti di salvataggio e validazione: posizionati in alto a destra, permettono di eseguire azioni verso il server

Per aggiungere un nuovo blocchetto, puoi trascinare la tipologia desiderata dalla palette all’interno dell’area di progettazione oppure fare clic sull’icona del blocchetto scelto e posizionarlo successivamente nel punto in cui desideri crearlo. Per collegare due blocchetti, puoi selezionare la freccia dal menù a comparsa che appare cliccando sul primo blocchetto e quindi fare clic sul blocchetto di destinazione. In alternativa, è possibile utilizzare lo strumento freccia disponibile nella palette.


Dopo aver posizionato un blocchetto, puoi configurarlo facendo clic con il tasto destro su di esso. Comparirà un pannello di impostazioni sulla destra, il cui form si caratterizza per campi diversi in base ai parametri di configurazione definiti per l’azione associata a quel blocchetto. Cliccando sul tasto di conferma, verranno impostati i valori inseriti e comparirà una stringa di anteprima sul blocchetto. Questa funzione consente di memorizzare la configurazione dell’elemento senza la necessità di riaprire il pannello di configurazione per rivedere l’azione svolta.

Validazione e salvataggio

 

Per salvare il processo BPM, fai clic sul pulsante “Salva” posizionato in alto a destra.

Questo comando effettua contemporaneamente la validazione e il salvataggio del progetto.

Nota

Nonostante il diagramma possa essere salvato in qualsiasi momento (al fine di non precludere la possibilità di memorizzare i progressi di un progetto ancora in fase di sviluppo), è possibile richiedere una validazione della mappa. L’apposito tasto “Valida Mappa” accanto al tasto di salvataggio, verifica che la mappa sia “Valida” e restituisce gli Errori e i Warning sui relativi blocchetti.

Ad esempio:

ERRORIquesti rappresentano effettivi errori di sintassi e logica che, con elevata probabilità, porterebbero al fallimento di un eventuale tentativo di esecuzione. Gli errori sono visibili sulla mappa in corrispondenza del blocchetto a cui sono associati, indicati da un’icona rossa. Passando il puntatore del mouse sopra all’icona, è possibile leggere il testo dell’errore rilevato.

Si sconsiglia fortemente di mettere in produzione processi che presentano errori.

Alcuni esempi di errori sono: la mancanza di frecce uscenti da un processo di Start, la doppia freccia uscente da un processo che ne prevede solo una, ecc.

Nota

Casi di errore:

  • Nessun evento di start presente nel processo
  • Eventi di start multipli presenti
  • Nessuna freccia d’uscita dall’evento di start
  • Frecce multiple d’uscita dall’evento di start
  • Il blocchetto non supporta frecce multiple
  • Campi obbligatori non configurati
  • Frecce uscenti non configurate
  • Scelta non configurata
  • Frecce uscenti con la stessa configurazione

WARNINGquesti rappresentano problemi logici del processo che potrebbero non necessariamente bloccarne l’esecuzione. I warning sono visibili sulla mappa in corrispondenza del blocchetto a cui sono associati, indicati da un’icona arancionePassando il puntatore del mouse sopra all’icona, è possibile leggere il testo del warning rilevato.

Sebbene l’esecuzione del processo possa procedere, si consiglia di prestare attenzione ai warning.

Alcuni esempi di warning sono: l’assenza di frecce entranti o uscenti in un blocchetto.

Nota

Casi di warning:

  • Nessun evento di End configurato
  • Nessuna freccia entrante per l’evento di end
  • Nessuna freccia entrante per questo task
  • Nessuna freccia uscente per questo task
  • Questo task presenta un loop infinito

Regole e convenzioni dei processi

Di norma, ogni blocchetto può avere una singola freccia in uscita e una o più frecce in ingresso. Questo perché, in caso contrario, la presenza di più frecce in uscita da un blocchetto creerebbe una situazione ambigua in cui non sarebbe possibile determinare il prossimo passo da eseguire.

Tuttavia, ci sono alcune eccezioni a questa regola, che riguardano blocchetti che effettivamente «sdoppiano» il flusso definendo due (o più) possibili strade, che verranno percorse in base a determinate condizioni. In tali situazioni, è necessario fare doppio clic sulle frecce che escono dal blocchetto e selezionare il valore che si desidera associare a ciascuna freccia. In particolare, si tratta dei seguenti blocchetti:

  • Digit Gateway: permette di seguire direzioni diverse in base al digit selezionato dall’utente. Possono essere impostati diversi blocchi in base alla scelta effettuata (digit da 0 a 9 oppure # o *). E’ presente inoltre un’ulteriore opzione (“unmatch”) che definisce una strada alternativa nel caso in cui la scelta non sia valida
  • Condition Gateway: permette di verificare una condizione (tipo if) e le frecce uscenti possono assumere valori true o false
  • Switch: permette di controllare una variabile e intraprendere strade diverse in base al suo valore attuale. Le frecce devono essere nominate esattamente come il valore che determinerà l’esecuzione di quel ramo
  • Call Number: permette di effettuare una chiamata a un numero e può intraprendere diverse strade in base all’esito della chiamata
Importante

Best Practice: Ogni processo deve obbligatoriamente iniziare con un blocchetto di tipo start, la cui icona è un cerchio sottile. In un processo BMP non è consentito avere più di un blocchetto di start. Il blocchetto stop, rappresentato da un cerchio più spesso, indica il termine del processo. Sebbene possa essere assente, è preferibile includerlo. A differenza del blocco di start, in un processo BPM è possibile inserire più di un blocco di stop.

Condividi documento

Linee guida generali

Oppure copia il link

CONTENUTI

Prenota la tua demo!

Compila il form

Prenota la tua demo!

Compila il form

Prenota la tua demo!​

Compila il form